Riabilitazione in Molise

Cerca

Vai ai contenuti

CHI SIAMO

I.M.R.

In relazione al budget assegnato ed alla mensilizzazione dell'attività si comunicano le liste d'attesa del Presidio nelle modalità richieste suddivise per branche e regime aggiornate alla data del 5 Febbraio 2017:


-Prestazioni in regime ambulatoriale:

  • Rabilitazione Neurologica - ZERO MESI
  • Rabilitazione Logopedica - ZERO MESI
  • Rabilitazione Neuropsicomotoria - ZERO MESI


-Prestazioni in regime domiciliare:

  • Rabilitazione Neurologica - ZERO MESI
  • Rabilitazione Logopedica - ZERO MESI
  • Rabilitazione Neuropsicomotoria - ZERO MESI


-Prestazioni in regime di semiconvitto:

  • TEMPORANEAMENTE SOSPESE


Il Centro Istituto molisano di riabilitazione (IMR) nasce nel giugno 2006 ed è una struttura sanitaria accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale (D.G.R. del Molise n. 61 del 30.06.2011) e convenzionata con la ASREM (Azienda Sanitaria del Molise). Eroga prestazioni riabilitative ai sensi dell'ex art. 26 L. 833/78.
Le prestazioni erogate in regime ambulatoriale e domiciliare sono in nello specifico la riabilitazione neuromotoria (Fisiochinesiterapia), logopedia e neuropsicomotricità.
Ad esse si aggiunge Il semiconvitto, realtà nuova per il Molise, che ospita per una buona parte della giornata e per 6 giorni la settimana utenti con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali. Un servizio navetta gratuito, messo a disposizione dal Centro, accompagna gli utenti presso la nostra struttura dove rimangono fino al pomeriggio inoltrato. Consumano una piccola colazione, un pasto e una merenda pomeridiana.
Le patologie di base sono le più svariate (autismo, sindrome di Sothos, distrofia di Steinert, corea, ritardo cognitivo, ecc…).
Le attività programmate per i nostri ospiti sono organizzate in laboratori protetti ai quali partecipano tutti gli utenti organizzati in piccoli gruppi di 5/6 persone e ciascuno gestito da un operatore qualificato. Le attività sono organizzate in fasi di difficoltà crescente. Molto spazio è dedicato alla terapia occupazionale finalizzata ad aumentare i livelli di autonomia (mangiare, bere, lavarsi, vestirsi ecc...).

Il modello teorico di riferimento è quello sistemico relazionale di tipo esperienziale, dove attori e protagonisti sono tutti i "sistemi" coinvolti (individuo, famiglie, gruppo di lavoro, equipe del presidio, territorio e rete sociale ecc…) in continua interazione e confronto fra loro. L'approccio sistemico consente di tenere presente contemporaneamente e sempre non solo il disabile con la sua patologia ma anche le famiglie, i contesti sociali di appartenenza e le rappresentazioni che ognuno conserva e utilizza nella relazione. La relazione è lo "strumento di lavoro" artefice di cambiamenti e potente attivatore di emozioni. Dal modello sistemico relazionale nasce l'"esperienziale" ovvero il fare esperienza di cambiamento inteso come sentire, agire e pensare sistemico. Dal condividere al comprendere, dal confrontarsi al portare esperienze diverse e trarre da questo arricchimento e crescita personale.
Dal confronto nasce l'esperienza dei gruppi di familiari e di fratelli, nonché l'esperienza di continuo scambio all'interno del gruppo di lavoro.
L'I.M.R. dunque si pone come un presidio riabilitativo che segue precise linee guida, ma è dove l'esperienza umana nella sua ricchezza e preziosità è ciò che veicola tutti gli interventi posti in essere.

STORIA E MISSIONE DEL CENTRO

Il presidio IMR è una struttura multidisciplinare extraospedaliera accreditata con il S.S.N. nel campo della Riabilitazione. Eroga prestazioni riabilitative a ciclo diurno.
Il presidio svolge attività di recupero sociale e di rieducazione funzionale con un trattamento globale delle condizioni menomazione e/o disabilità, che richiede un contestuale apporto multidisciplinare medico, psicologico e pedagogico per l'età evolutiva. Eroga prestazioni a ciclo diurno per soggetti portatori di disabilità fisiche, psichiche, sensoriali o miste dipendenti da qualche causa. L' intervento viene nella fase immediatamente post-acuta (anche dopo le dimissioni ospedaliere) attraverso l'offerta di tutela sanitaria finalizzata al recupero degli esiti derivanti da episodi acuti o di funzioni lese o menomanti attraverso prestazioni residenziali a ciclo diurno.
Il centro, attraverso un'attività di sviluppo di servizi riabilitativi e rieducativi, ha lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità al recupero , alla riabilitazione, alla prevenzione e all'integrazione sociale dei cittadini portatori di menomazioni, disabilità e/o handicap.
L'offerta di Servizi integrati sociali e sanitari si propone come scopo di garantire assistenza qualificata che soddisfi sia i bisogni primari che quelli psichici ed affettivi,ed inoltre di potenziare ed aumentare il livello di autonomia acquisito per la migliore conservazione possibile del benessere psico-fisico, di perseguire l'integrazione sociale degli utenti favorendo costanti collegamenti con il mondo esterno.
Il riferimento prima è la persona e la relazione nella sua unicità e irripetibilità, non proponendo ricette preconfezionate ma servendosi di tecniche che facilitano la messa in atto di nuovi processi.
Gli ambiti di intervento specifico riguardano fondamentalmente disabilità motorie, cognitive e relazionali.
Spesso emerge la richiesta di una presa in carico globale a cui riabilitazione rappresenta lo strumento d'elezione per ridurre l'impatto che la patologia può produrre, non solo nelle attività di vita quotidiana ma anche nel vissuto psico-affettivo del sistema (individuo - famiglia) coinvolto. E' necessario, quindi, promuovere tutti gli strumenti idonei a sollecitare le possibilità residue non utilizzate, per giungere al conseguimento del maggior grado di autonomia possibile e di benessere psicofisico.


HOME PAGE | RIABILIS | L'INCONTRO | I.M.R. | SANT'ERASMO | RONEFOR | OASIS | JUVENIA | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu